{ Gionni's net board }

..:: Pensieri a denti stretti ::..


Ci vuole un minuto per notare una persona speciale, un'ora per apprezzarla, un giorno per volerle bene, ma poi tutta una vita per dimenticarla

Charlie Chaplin


\\ Home Page : Storico per mese (inverti l'ordine)
Di seguito tutti gli interventi pubblicati sul sito, in ordine cronologico.

un pensiero di Gionni inserito il 28/03/2007 alle 21:57:42, nella sezione Appunti di pazzia, e linkato 1043 volte.

Così come una corda di violino necessita di attenzioni,di essere costantemente regolata del giustoper poter emettere un suono melodico, limpido, cristallino, allo stesso modo la vità ha bisogno di attenzioni, di moderazione e rispetto per poter essere sempre competitivi, ragionevoli e grintosi. Pronti ad entrare nel turbine deglli accadimenti che ci circondano.
Basta che sul violino la corda si allenta un poco, ed ecco che perde tonalità, e diventa stridente, poco armonica. E la vita allo stesso modo diventa scialba, insapore, quasi senza significato ed interessi. Una vita che non riesce più a coinvolgerti e ad attrarti.
Se invece questa corda la si tira troppo, lei si sfibra, si logora, fino a giungere alla rottura.A quel punto, la soluzione è semplice, basta sostituirla e si ricomincia. Nella vita forse è più difficile, quando giungi al punto di massima tensione, quando lo superi arrivando al blackout. Perchè molte, troppe volte sei costretto veramente a tirare al massimola corda della vita, per cercare di sopravvivere, magari anche alla cosa più stupida e banale, ma che in quel contesto è quasi vitale e lo sforzo per superarlo chiede veramente il massimo dell'impegno.
Solo chi è forte dentro riesce a farcela. Io stasera non ce l'ho fatta.

Adesso. scrivendo, sto riconquistando la mia armonia, rotta la corda e sostituita con una nuova, sto cercando di accordarla per ritrovare la giusta melodia.

 
un pensiero di Gionni inserito il 24/03/2007 alle 21:31:08, nella sezione Variazioni sul tema, e linkato 1051 volte.

Quanto è stata strana la giornata oggi. Ad essere sincero, forse anche a causa dellla stanchezza, non riesco a tirarne le fila, a trovare un filo logico a tutti i pensieri, anzi, ho la testa con un sovraccarico di pensieri, per giunta poco positivi.
Ricapitoliamo. Oggi, ho chiuso la stagione sciistica 2006/2007. Stagione molto breve quest'anno e non esaltante come le passate. Si va a Roccaraso, almeno, la varietà delle piste mi permette di divertirmi un po'  e di allentare meglio la tensione. Certo, il viaggio non è breve, ma voglio partire presto per godermi una giornata appieno, soprattutto con tanta neve fresca.
Come al solito, prima di partire butto un occhio alle webcam. Il tempo non è ottimo, già a Roma piove. Tentenno, mi riappisolo e mi risveglio dopo circa un'ora. Ecco, già la giornata inizia storta, si parte in ritardo, ma voglio andare, anche sotto la neve e anche con il rischio che arrivato lì... non posso fare manco una riga sulle piste.
Vabbè, basta incertezze, si parte, benzina, autostrada, e il viaggio inizia.
Tranquillo e monotono come al solito, dopo tutto la A24/A25 non è un'autostrada trafficatissima. Il tempo non accenna a migliorare, ma si va avanti. Passo il casello di Avezzano e dopo alcuni kilometri, una vettura davanti a me inizia a zigzagare a destra e a sinistra. Scatta in me la reazione
di intervento, mani salde sul volante e piedi sui pedali, con la testa cerco di seguire la situazione valutando in un centesimo di secondo ogni possibile variabile e soluzione. La vettura finisce sbandando sulla destra e dopo aver abbattuto alcuni paletti, si ferma con un testacoda sul terrapieno che fiancheggia la carreggiata. Sfrutto lo spazio di frenata rimastomi per accostare sulla destra, mettere le quattrofrecce e scendo di corsa indossando il giubottino giallo regolamentare per andare a vedere che succede e se necessitano soccorsi. Nel frattempo anche una seconda vettura si ferma per dare aiuto.
Il guidatore ha avuto un mancamento, svenimento o colpo di sonno, perdendo il controllo della macchina. La moglie e la figlia, in preda al panico e al terrore, ci chiedono di chiamare l'ambulanza. Prendo subito il cellulare e avverto il 118 della posizione dove ci troviamo e dell'accaduto. Contemporaneamente il guidatore dell'altra vettura avverte il 113. I soccorsi arrivano in breve tempo, la situazione adesso è sotto il controllo della stradale e dei sanitari e possiamo riprendere il viaggio dopo aver salutato i protagonisti della vicenda.
Non l'ho fatto per eroismo o manie di protagonismo. Unicamente senso civico. Se vogliamo, è stata in senso lato, una forma di Accudienza.
Arrivo finalmente a Roccaraso. Da subito mi rendo conto che la situazione piste non è delle migliori. Fortunatamente, tra il ritardo in partenza e l'incidente, posso fare tranquillamente un pomeridiano. Almeno risparmio qualche soldino.
E da qua si inizia a sciare. Per quello che si può, perchè molte zone sono chiuse e le piste proprio al minimo termine. Per giunta nevica. Quest'anno a Roccaraso ho preso solo neve. Non che mi dispiaccia, però... tanta neve che scende e così poca sulle piste. Mah!
Mi faccio quasi 4 ore ininterrotte. Veramente senza pensieri. Anzi, uno solo, divertirmi. Certo, solo un matto come me poteva decidere di farsi una pista di collegamento in salita... sci ai piedi. Il passo pettinato non è mai stato il mio forte, ma oggi ce l'ho messa tutta. Ho la certezza che non sono nato per fare il fondista.
Ultime discese, infine tutta una tirata fino al Macchione, e si risale in macchina. Prima però breve sosta a Rivisondoli per rifornimento formaggi (slurp) e via verso Roma. Il ritorno sotto la pioggia non è entusiasmante, ma fortunatamente il viaggio sembra più breve del solito. Arrivo a casa e mi riposo.
E iniziano i pensieri. A ragionare sul lavoro, su alcuni impegni da seguire con attenzione, su un fatto che purtroppo probabilmente anche per colpa mia che oggi pensavo ad altro, è sfuggito di mano. E sulla difficoltà nel riuscire a completare e far emergere meglio ciò che ho messo in moto.
Un turbinio di pensieri che unito alla stanchezza accumulata lungo le piste, mi sta appesantendo la serata.
E domani non sarà giorno di riposo. Almeno spero vada bene dal punto di vista delle PR...

Però adesso troviamo chi si diverte a incasinarmi le carte....

 
un pensiero di Gionni inserito il 23/03/2007 alle 13:22:56, nella sezione Variazioni sul tema, e linkato 929 volte.


Il bus bloccato
Foto GG
Fermare e lasciare in sosta il proprio mezzo privato in doppia fila in una stretta corsia riservata prevalentemente al transito degli autobus di linea, in un orario di punta per il traffico romano, dimostra una scarsa conoscenza delle minime regole di convivenza civile e di educazione civica. Non è tollerabile che centinaia di persone, in gran parte anziani si trovino costrette a subire situazioni di disagio e costrette a rinunciare all'utilizzo del mezzo pubblico per la stupida scelta di chi, per un qualsiasi ingiustificabile motivo, intralcia il transito veicolare.


Il furgone in doppia fila
Foto GG
Non posso far altro che criticare il proprietario del furgone che questa mattina verso le 11 all'angolo di via Tomacelli e via di Ripetta, ha causato il blocco per oltre 45 minuti di numerose vetture delle linee 70, 87, 116 e 492, lodando invece l'impegno e l'iniziativa del personale Trambus e dei Vigili Urbani, prontamente intervenuti nel cercare una soluzione. A nulla è valso purtroppo l'intervento del carro attrezzo vista la pesantezza e l'ingombro del mezzo in sosta.

Tentativi di manovra
Foto GG
Il blocco degli autobus ha causato inoltre pesanti ripercussioni lungo tutto il lungotevere e le zone adiacenti via di Ripetta, oltre ovviamente creare un totale sfalsamento delle percorrenze e del servizio sia per i mezzi coinvolti nel blocco, che per le altre linee rimaste intrappolate dal traffico veicolare. Dobbiamo comprendere che molto spesso dipende proprio dalle nostre azioni la scarsa efficienza del servizio di trasporto pubblico. Una maggiore coscienza permette senza dubbio di avere un servizio sempre più di qualità.

 
un pensiero di Gionni inserito il 20/03/2007 alle 21:04:48, nella sezione Variazioni sul tema, e linkato 894 volte.

Io sto fuori di testa, ed oramai è un dato di fatto... ma che il 21 marzo, primo giorno di primavera... a Roma nevichi, non è tanto normale. Soprattutto dopo un inverno tropicale.

MALTEMPO: NEVE SU ROMA MISTA A PIOGGIA =

Roma, 20 mar. - (Adnkronos) - Su Roma neve mista a pioggia. Dopo la forte grandinata che ha colpito la Capitale questa mattina e oggi pomeriggio, in serata e' arrivata la neve anche se mista a pioggia. "Se la temperatura nella notte dovesse avvicinarsi allo zero, a Roma potrebbe anche nevicare come e' accaduto nel 1971". Lo ha dichiarato all'ADNKRONOS il colonnello Paolo Ernani che ha aggiunto: "Per vedere scendere su Roma i fiocchi di neve non e' necessario che la temperatura scenda fino a zero gradi, basta anche solo che arrivi a due, del resto le zone circostanti la Capitale sono state gia' imbiancate dalla neve".
(Bra/Zn/Adnkronos) 20-MAR-07 20:29 NNNN

Domani ho la sensazione che vado a lavoro con gli sci

 
un pensiero di Gionni inserito il 20/03/2007 alle 12:29:45, nella sezione Variazioni sul tema, e linkato 870 volte.

W L'IPOCRISIA

e beato chi riesce a metterla in pratica con tanta serenità...
Qui non si parla di aver o meno peli sullo stomaco, ma di una faccia tosta, ma molto molto tosta.
Proprio vero che ognuno pensa a riempire solo il proprio piatto, e con il tempo sei costretto a ricrederti su tante cose...

Perchè invece io sono così stupido a credere a tutto?

P.S. tranquilli, non è il solito piangersi addosso, ma il punto 3 che è sempre più vicino e inizia a stritolarmi. Oramai sto assumendo anche una deformazione mentale, manca solo che inizio con i sospetti e ho fatto bingo.

 
Pagine: 1 2 3 4
Immagine
 Euforia bianca...... di Gionni

Briciole di Briciola


Commenti


che bello
21/11/2009 alle 15:44:00
un pensiero di Anonimo
"Capita spesso - spiega Ghezzi ...
28/10/2009 alle 07:49:23
un pensiero di Luigi
aggiornare!!!! ^___^
26/08/2009 alle 09:14:38
un pensiero di Mik
scusate, ma sono totalmente dal...
29/05/2009 alle 19:45:48
un pensiero di Mik
non mi piace
29/05/2009 alle 19:43:26
un pensiero di Mik
smk
15/05/2009 alle 07:23:40
un pensiero di Fù
Se vero che Dio vede e provve...
11/02/2009 alle 12:44:33
un pensiero di Omar
La gente nega quella catastrofe...
10/02/2009 alle 20:07:01
un pensiero di Fù
Ma parli del babbo o della Elua...
10/02/2009 alle 20:03:28
un pensiero di Fù
Posso aggiungere un altro "Omar...
10/02/2009 alle 01:58:24
un pensiero di Omar
Secondo me viviamo in uno stato...
10/02/2009 alle 01:32:12
un pensiero di Omar
condivido le tue sensazioni, mi...
12/01/2009 alle 22:46:18
un pensiero di portobello8
Giovanni? se ci sei batti un co...
02/01/2009 alle 12:07:35
un pensiero di Ulisse
Mi spiace che sia morto sto blo...
29/11/2008 alle 19:36:41
un pensiero di Fù
Bene, una buona notizia ogni ta...
21/11/2008 alle 13:46:08
un pensiero di Fù

Link

Titolo
IlPendolare Magazine, il mensile del trasporto pubblico locale a Roma e nel Lazio.
Il mensile del trasporto pubblico locale a Roma e nel Lazio
IlPendolare Magazine

La FUTURA briciola di un IMPERATORE
Fù on-line

Pensieri di quotidiana follia
Il Blog di Miki

Una parte di mie vecchie creazioni web
L'isola del Tesoro
Mario Giglio e l'Orchestra Siciliana

cms asp blog
Cosa troverai qui? Un po' di tutto...
Simone Rodriguez's
 
CountryHouse Umbria
Charme & Relax
La Locanda del Borgo 

La torre di babele
Il blog di Pino Scaccia

Apparire ridicoli per essere presi sul serio
I pensieri di Davidonzo

Il meravOglioso mondo di Oruam
O2 - OruaM:MaurO
il suo Space e non poteva mancare il suo blog

Trent'anni con l'orologio biologico che incalza
Voglioesseremamma

MondoPorcello Blog
Panino di Mortadella

Napul'è...
Lina

L'origine di tutto
dBlog.it - Open Source e
il blog di Marlenek

Template per Blog (grazie per il tifo)
eStrix

Ferrovie per passione
Ilmondodeitreni

Ci sono 108 ospiti.
Ci sono statilettori.

Calendario

< dicembre 2017 >
L
M
M
G
V
S
D
    
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
             

Top 10 utenti
del mese