{ Gionni's net board }

..:: Pensieri a denti stretti ::..


Una persona che non abbia mai commesso un errore non ha mai cercato di fare qualcosa.

Albert Einstein


Di seguito tutti gli interventi pubblicati sul sito, in ordine cronologico.

un pensiero di Gionni inserito il 17/01/2007 alle 19:38:34, nella sezione Variazioni sul tema, e linkato 2940 volte.

Oggi la prima seduta con il medico dei matti. Pensavo peggio, il tipo è simpatico, alla mano e, ovviamente, chiacchierone.
O forse è solo una mia impressione perchè ci sono andato spontaneamente e benvolentieri, quindi senza timori, paure e paranoie. E soprattutto, non è come dal dentista, che solo che apri la bocca son dolori... fisici e monetari.

Comunque, in generale, abbiamo fatto una bella infarinatura dei miei malanni mentali, cercato insieme di capirne qualcosa, ed è questa la cosa che mi è piaciuta di più, l'analisi alla Marzullo, si faccia una domanda, si dia una risposta e cerchi di capirne il perchè.E' un confronto, e come tutti i confronti è costruttivo. Mi ha dato un compitino per casa. Scrivere Situazioni, Emozioni, Sensazioni ed Azioni che mi coinvolgono o colpiscono.In parole povereun BLOG.

Mi sa che per una volta tanto sto fintroppo avanti...

 
un pensiero di Gionni inserito il 16/01/2007 alle 15:15:18, nella sezione Variazioni sul tema, e linkato 1720 volte.


L'aliscafo SegestaJet spezzato in due dallo scontro
Foto Repubblica.it
Quello che resta in mente è una scena agghiacciante, con la nave veloce SegestaJet sventrata dalla prua del mercantile di Antigua.
Conosco lo stretto di Messina, conosco il traffico navale che quotidianamente ci passa. Conosco anche vagamente le norme che regolano la navigazione.
E soprattutto, pur essendo uno "stretto" spazio di manovra c'è.
Perchè allorale due, o tre, navi convergevano verso lo stesso punto? Fatalità? Distrazione?

Incoscenza.

Vi lascio con un articolo di Repubblica.it

Tragedia nello Stretto, forse un traghetto la "terza nave" dell'incidente dell'aliscafo

MESSINA - C'era forse una terza nave nello specchio di mare dello stretto di Messina, a circa un miglio e mezzo da San Raineri, dove si è verificata la collisione tra un traghetto veloce delle Fs, il "Segesta Jet" e un Portacontainer "Susan Borchard", battente bandiera di Antigua. La Capitaneria di Porto di Messina sta lavorando sulla base di un'ipotesi precisa, anche se ancora tutta da verificare. Il terzo natante coinvolto sarebbe il traghetto "Zancle" della compagnia privata Caronte&Tourist, in servizio tra il porto di Reggio e quello siciliano. Una di quelle navi che fanno la spola tra Calabria e Sicilia, cariche di automobili e tir. Un mezzo che, involontariamente ha avuto un ruolo nella tragedia. Che, forse, non ha dato la precedenza alla "Segesta", costringendola ad una brusca virata. Manovra che l'ha portata ad incrociare la rotta del cargo straniero.

Del traghetto ha parlato Antonio Samiani, comandante della Capitaneria di Porto di Messina, che sta conducendo alcuni accertamenti sulla dinamica dell'impatto costato la vita a 4 componenti dell'equipaggio delle Fs e 62 feriti.

La presenza dello "Zancle" è confermata in una nota dalla stessa compagnia, che ha avviato un'indagine conoscitiva interna "per determinare la posizione della propria flotta in servizio al momento dell'impatto, composta da 7 unità". Ma secondo la "Caronte&Tourist" il traghetto "aveva visto sfilare normalmente alla propria poppa la Segesta prima del momento dell'incidente". Dai dati del sistema satellitare AIS, sempre secondo le informazioni diffuse dalla Caronte& Tourist, "emerge chiaramente che Segesta non ha modificato la propria rotta e velocità, rimasta praticamente costante dall'uscita dal Porto di Reggio Calabria, per poter sfilare in sicurezza di poppa alla Zancle".

Il comandante Samiani dopo un sopralluogo sul relitto ha tuttavia spiegato che "è ancora presto per riuscire a ricostruire dettagliatamente quanto accaduto". Il Pm Francesco Mollace della Procura di Reggio Calabria, incaricato di condurre l'inchiesta, ha negato di essere a conoscenza della presenza della terza nave. "Ieri sera - ha detto - abbiamo lavorato fino a notte fonda assieme alle forze dell'ordine ed ai responsabili della navigazione sullo Stretto. Nessuno ha fornito informazioni sulla presenza di una terza imbarcazione nei pressi dello specchio di mare teatro dell'incidente".
Anche per il magistrato reggino "è troppo presto per ricostruire la dinamica dei fatto", tanto più che "gli uomini dell'equipaggio che erano alla guida dell'aliscafo con compiti di comando e di decisione sono tutti morti". Il riferimento è al comandante delle "Segesta" Sebastiano Mafodda e al direttore di macchina Marcello Sposito. Entrambi restati schiacciati dalle lamiere mentre si trovavano in plancia di comando.

Di certo al momento c'è che le "leggi" che regolano i movimenti dei natanti nello Stretto di Messina sono "ferree". Esiste infatti un codice di navigazione preciso. Tra l'altro, proprio per la sua stazza, la Susan aveva pochissimi margini di manovra, mentre la "veloce" delle Fs è considerata molto più agile.

La verità molto probabilmente emergerà nelle prossime ore quando gli inquirenti potranno accedere alle registrazioni del radar che controlla lo specchio di mare tra Reggio e Messina. Un sistema che registra tutti i movimenti, compresa, quindi, la presenza della terza nave di cui ha parlato Samiani.

GIUSEPPE BALDESSARRO
(16 gennaio 2007)

 
un pensiero di Gionni inserito il 10/01/2007 alle 21:56:16, nella sezione Note musicali, e linkato 930 volte.

Che tesoro che sei
quando mi guardi
quando dici che mi chiami dopo
e non mi chiami mai
che tesoro che sei
quando fai tardi
dici scusa sono in mezzo al traffico
mi aspetterai
e se il nostro poi non fosse amore
giuro io non ti lascerei
anche se pensi che di te
non me ne importa niente
anche se non fossi un angelo
io non ti cambierei
perché sei bella bella bella
bella come sei
sei bella come ti vorrei
che tesoro che sei
quando ti svegli
quando esci dalla doccia e corri
e non ti asciughi mai
ti rivesti nel buio
e leghi i tuoi capelli
un biglietto per me sono pazza di te
non lo sai
e se il nostro poi non fosse amore
giuro io non ti lascerei
se pensassi che di me
non te ne importa niente
anche se non fossi un angelo
io non ti cambierei
perché sei bella bella bella
bella come sei
sei bella come ti vorrei
che tesoro che sei
quando mi guardi
quando pensi con gli stessi occhi
tu mi lascerai
che paura che hai
non mi sorprendi
perché stare con me
non e' bere un caffè tu lo sai
e se il nostro poi non fosse amore
giuro io non ti lascerei
se pensassi che di me
non te ne importa niente
anche se non fossi un angelo
io non ti cambierei
perché sei bella bella bella
bella come sei
sei bella come ti vorrei...

Antonello Venditti

 
un pensiero di Gionni inserito il 09/01/2007 alle 16:42:03, nella sezione Variazioni sul tema, e linkato 694 volte.

Secondo voi, qual'è la differenza tra internet e il www (web)?
C'ho messo una giornata per farlo capire... siamo arrivati anche ai disegnini. E meno male che è una specializzanda esperta e ultraprofessionista della Grande Rete.

Pensate... sa anche accendere un pc...

 
un pensiero di Gionni inserito il 08/01/2007 alle 19:27:33, nella sezione Note musicali, e linkato 758 volte.

E raccontano che lui si trasformò
in albero e che fu
per scelta sua che si fermò
e stava lì a guardare
la terra partorire fiori nuovi
così fu nido per conigli e colibrì
il vento gl'insegnò i sapori di
di resina e di miele selvatico
e pioggia lo bagnò
la mia felicità - diceva dentro se stesso -
ecco... ecco... l'ho trovata ora che
ora che sto bene
e che ho tutto il tempo per me
non ho più bisogno di nessuno
ecco la bellezza della vita che cos'è
"ma un giorno passarono di lì
due occhi di fanciulla
due occhi che avevano rubato al cielo
un po' della sua vernice
"
e sentì tremar la sua radice
quanto smarrimento d'improvviso dentro sé
quello che solo un uomo senza donna sa che cos'è
e allungò i suoi rami
per toccarla
capì che la felicità non è mai la metà
di un infinito
ora era insieme luna e sole
sasso e nuvola
era insieme riso e pianto
o soltanto
era un uomo che cominciava a vivere
ora
era il canto che riempiva
la sua grande
immensa solitudine
era quella parte vera
che ogni favola d'amore
racchiude in sé
per poterci credere

Eros Ramazzotti

 
Pagine: 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42
Immagine
 Euforia bianca...... di Gionni

Briciole di Briciola


Commenti


che bello
21/11/2009 alle 15:44:00
un pensiero di Anonimo
"Capita spesso - spiega Ghezzi ...
28/10/2009 alle 07:49:23
un pensiero di Luigi
aggiornare!!!! ^___^
26/08/2009 alle 09:14:38
un pensiero di Mik
scusate, ma sono totalmente dal...
29/05/2009 alle 19:45:48
un pensiero di Mik
non mi piace
29/05/2009 alle 19:43:26
un pensiero di Mik
smk
15/05/2009 alle 07:23:40
un pensiero di Fù
Se vero che Dio vede e provve...
11/02/2009 alle 12:44:33
un pensiero di Omar
La gente nega quella catastrofe...
10/02/2009 alle 20:07:01
un pensiero di Fù
Ma parli del babbo o della Elua...
10/02/2009 alle 20:03:28
un pensiero di Fù
Posso aggiungere un altro "Omar...
10/02/2009 alle 01:58:24
un pensiero di Omar
Secondo me viviamo in uno stato...
10/02/2009 alle 01:32:12
un pensiero di Omar
condivido le tue sensazioni, mi...
12/01/2009 alle 22:46:18
un pensiero di portobello8
Giovanni? se ci sei batti un co...
02/01/2009 alle 12:07:35
un pensiero di Ulisse
Mi spiace che sia morto sto blo...
29/11/2008 alle 19:36:41
un pensiero di Fù
Bene, una buona notizia ogni ta...
21/11/2008 alle 13:46:08
un pensiero di Fù

Link

Titolo
IlPendolare Magazine, il mensile del trasporto pubblico locale a Roma e nel Lazio.
Il mensile del trasporto pubblico locale a Roma e nel Lazio
IlPendolare Magazine

La FUTURA briciola di un IMPERATORE
Fù on-line

Pensieri di quotidiana follia
Il Blog di Miki

Una parte di mie vecchie creazioni web
L'isola del Tesoro
Mario Giglio e l'Orchestra Siciliana

cms asp blog
Cosa troverai qui? Un po' di tutto...
Simone Rodriguez's
 
CountryHouse Umbria
Charme & Relax
La Locanda del Borgo 

La torre di babele
Il blog di Pino Scaccia

Apparire ridicoli per essere presi sul serio
I pensieri di Davidonzo

Il meravOglioso mondo di Oruam
O2 - OruaM:MaurO
il suo Space e non poteva mancare il suo blog

Trent'anni con l'orologio biologico che incalza
Voglioesseremamma

MondoPorcello Blog
Panino di Mortadella

Napul'è...
Lina

L'origine di tutto
dBlog.it - Open Source e
il blog di Marlenek

Template per Blog (grazie per il tifo)
eStrix

Ferrovie per passione
Ilmondodeitreni

Ci sono 1455 ospiti.
Ci sono statilettori.

Calendario

< dicembre 2019 >
L
M
M
G
V
S
D
      
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
         

Top 10 utenti
del mese