\\ Home Page : Articolo : Stampa
Questione di cappello
un pensiero di Gionni inserito il 16/11/2007 alle 15:31:29, nella sezione Variazioni sul tema, e linkato 946 volte.

Oggi casualmente salgono sul bus i diligentissimi (e giovanissimi) controllori dell'Atac. Con il loro bel tesserino con su scritto "Polizia Amministrativa", iniziano a verificare i biglietti dei passeggeri a bordo.
Un autobus onesto il nostro, nessuna irregolarita, ad esclusione di un'esilarante scenetta tra uno di questi ragazzetti ed un signore con parecchie primavere alle spalle.

$controllore: "Signore buongiorno, mi favorisce il suo biglietto o abbonamento?"
$passeggero: "E perchè dovrei mostrarlo a lei?"

Un attimo di spaesamento e...

$controllore: "Sono un addetto al controllo dei biglietti, vede il tesserino?"
$passeggero: "E che significa lei non vede che io sono Cavaliere del Lavoro, non la vede la spilla?"
$controllore: (alterandosi) "Che fa prende in giro? Guardo che sto facendo il mio lavoro e sono un pubblico ufficiale!"
$passeggero: (alzando molto la voce) "Un pubblico ufficiale? Se fosse tale, avrebbe il cappello, non il tesserino"
$controllore: "E adesso che c'entra il cappello! Moderi la voce e favorisca il biglietto"
$passeggero: "Lei non è un pubblico ufficiale e a lei non mostro nulla!"
$controllore: (componendo il 112 sul telefonino) "E adesso le chiamo una pattuglia di pubblici ufficiali col cappello così è contento!"
$passeggero: "Chiami chi le pare, ma quando questo era un paese serio, i pubblici ufficiali portavano il cappello".

Ed è sceso...

Insomma, è tutta questione di cappelli...